colori con cui arredare casa

Scegliere i colori con cui arredare casa. Consigli anti-fallimento

01/02/2019 , In: CASA , With: No Comments
0

Quando si tratta di arredare casa, tutti abbiamo in mente l’effetto che vorremmo raggiungere; molto meno spesso, abbiamo una vaga idea di come raggiungerlo. Scegliere i colori con cui arredare casa è una fase cruciale del processo di composizione dei nostri interni. Purtroppo è anche facilissimo “perdersi” durante il processo e ritrovarsi alla fine con un risultato insoddisfacente.

Ho sempre amato i colori. Quelli accesi, carichi di energia, ma anche le tonalità pastello. Quelli caldi, quelli freddi, i toni naturali e quelli fluo. Sono una forma di comunicazione, parlano di noi, oltre a contribuire alle sensazioni che proviamo.

Ma come abbinarli per un effetto armonico?

A questo proposito ho una notizia cattiva e una buona.

Quella cattiva è che per “osare” davvero e rompere gli schemi, servono tanta esperienza, un occhio attento e tanto buon gusto. In mancanza di una sola di queste premesse (e senza l’aiuto del caro vecchio amico “caso fortuito”, che tuttavia tende a non dar spesso segno di sè), ogni risultato potrà solo essere mediocre, nel migliore dei casi, disastroso in tutti gli altri. 

Quella positiva, d’altro canto, è che esistono regole collaudate, che abbinate a un po’ di sano, intramontabile, “less is more”, garantiranno ottimi risultati.

Non vi dirò quali colori scegliere per quali locali. Esistono libri interi sull’influenza che i colori hanno sulla nostra vita, con annesse indicazioni dei locali per i quali sono più adatti. Tuttavia, credo che ogni regola, se c’è un motivo, possa essere rotta e preferisco darvi delle indicazioni utili per qualsiasi tonalità abbiate in mente per le vostre stanze. Magari scriverò un articolo apposta per raccontarvi come i colori influenzino la nostra percezione e fruizione dei locali.

Da quando ho scritto di come organizzare una casa a misura di famiglia, ci ho preso gusto e le tematiche legate a interior design e architettura, prenderanno sempre più piede nel blog. Yayyyy!

Da cosa partire per scegliere i colori con cui arredare casa?

Perchè l’effetto generale sia ben bilanciato, dividete i colori, per ogni locale, in tre:

  • principale: è il colore dominante (in termini di distribuzione, non di tono); è quello inserito in percentuale maggiore all’interno della stanza (indicativamente intorno al 60%), e tipicamente occupa pavimento, pareti, tende, soffitti.
  • secondario: è il tono medio, da usare per altre superfici importanti come tappeti, poltrone e divani, mobili ecc… per circa il 30% del totale
  • di accento: è, appunto, il colore da applicare puntualmente all’interno del locale, su oggetti di dimensioni più ridotte, per rompere la monotonia e ottenere un effetto generale più interessante e stimolante. Sarà sufficiente un 10% distribuito tra suppellettili, cuscini, stampe/quadri alle pareti ecc…

Partiamo dal colore principale

Il mio consiglio, per minimizzare i rischi, soprattutto se non avete molta esperienza, è di dare la precedenza, quando scegliete il colore principale, a toni “discreti”. Non è necessario che scegliate il bianco come colore dominante; se avete voglia di uscire dalla vostra comfort zone e “osare” per dare alla vostra casa un tocco di personalità in più, sentitevi liberi di optare per pareti, soffitti ecc… colorati. Tuttavia, se per ogni colore, le gradazioni sono pressochè infinite, il mio consiglio è quello di preferire toni con una forte componente di bianco al loro interno. In parole povere, toni chiari.

Non è una regola ferrea, esistono interni meravigliosi, con superfici dai colori fortissimi. Sono case cariche di personalità e estremamente interessanti, ma troppo “difficili” se non avete grande esperienza. Inoltre, il rischio di stancarsi di un colore inserito in casa in maniera massiccia e “aggressiva”, è sempre dietro l’angolo.

Colori per arredare casa: colori forti su toni del blu
Fonte: Pinterest (Pufik Online Magazine)

Prima di passare a parlare degli altri due colori (i colori secondari e d’accento), però, è assolutamente necessario introdurre quella che dovrà essere la vostra amica intima, d’ora in avanti, per ogni progetto di colore,

La ruota cromatica. Un grande alleato per scegliere i colori con cui arredare casa

La ruota cromatica è la disposizione in cerchio, ordinata, dei colori primari, secondari e terziari. Si tratta di un aiuto fondamentale nel momento in cui vogliate cercare due o più colori che “stiano bene insieme”e che si valorizzino l’uno con l’altro. Non voglio farla troppo lunga (amatemi), e vi mostro qui sotto alcune delle combinazioni più semplici, che garantiranno un aspetto armonico.

Colori complementari (opposti)

Lungo ognuna delle lineee radiali, i due colori opposti rispetto al centro, altrimenti detti complementari, garantiranno un buon effetto finale se utilizzati insieme. E’ una combinazione ad alto contrasto, ma l’effetto è semplificato dal fatto di limitare i colori in gioco a due.

Colori per arredare casa: ruota cromatica, clolori complementari
Ruota cromatica, colori complementari. Fonte: Pinterest (Brightside.me)
Colori analoghi

Una combinazione di colori adiacenti (massimo 5, idealmente 3!) garantirà uniformità senza annoiare l’occhio.

Colori per arredare casa: ruota cromatica, colori analoghi
Ruota cromatica, colori analoghi. Fonte: Pinterest (Brightside.me)
Colori ai vertici di un triangolo equilatero

Si tratta di una combinazione a tre colori, scelti in modo che siano equidistanti tra loro all’interno della ruota cromatica. L’effetto sarà di alto contrasto, pur mantenendo un aspetto complessivo armonico

colori per arredare casa: ruota cromatica, colori ai vertici di un triangolo equilatero
Ruota cromatica, colori ai vertici di un triangolo equilatero. Fonte: Pinterest (Brightside.me)
Colori complementari divergenti

In questo caso si prendono tre colori, due dei quali sono quelli adiacenti (uno per lato) al colore complementare del primo. In parole povere, invece di scegliere il colore opposto, come nel primo dei casi che vi ho fatto vedere, si scelgono quello alla sua destra e quelloalla sua sinistra. Come tutti gli schemi triangolari, garantisce un buon contrasto, ma di intensità leggermente minore rispetto all’esempio precedente con il triangolo equilatero. Se volete contrasto, ma temete di esagerare, questa potrebbe essere la combinazione che fa per voi

colori per arredare casa: ruota cromatica, colori complementari divergenti
Ruota cromatica, colori complementari divergenti. Fonte: Pinterest (Brightside.me)

Queste non sono le uniche combinazioni possibili, ma quelle più usate e più semplici da gestire. Combinazioni a 4 o più colori molto diversi, rendono tutto molto più complicato, ma… hey potete sempre sperimentare su piccola scala!

Come scegliere la combinazione adatta?

Se dovete iniziare il progetto cromatico per i vostri interni, vi consiglio di pensare, prima di tutto, al vostro colore preferito, o comunque a quello che vorreste veder spiccare maggiormente. Dal momento che, come anticipato, vorrei concentrare questo articolo sulle scelte “semplici” e a prova di occhio inesperto, torno a sconsigliarvi di utilizzare questo colore dominante, come colore principale, cioè, non utilizzatelo sulle grandi superfici (pareti, soffitti, pavimenti ecc…).

Una volta determinato questo colore, chiedetevi qual’è l’ effetto d’insieme che vorreste ottenere.

Colori simili o comunque tono su tono?

Semplice e ordinato come le case al mare in cui predominano i toni del blu? Allora la scelta migliore sarà inserire i colori analoghi che circondano il colore che avete scelto (nulla vieta di optare per il monocromo e inserire un unico colore). Utilizzate il “vostro” colore come secondario e aggiungetegli i suoi “vicini di ruota” per dare qualche accento dove serve, anche spostandovi da toni più delicati ad altri più intensi e viceversa. In questo caso, però, consiglio di lasciare le pareti in toni neutri, o quantomeno in una tonalità chiarissima del colore scelto, per far risaltare gli arredi e per non fare l’effetto occhiali con lenti colorate.

colori per arredare casa: accenti monocromatici
Dominanza di bianco e accenti monocromatici rossi. Fonte: Pinterest (bhg.com)
Il colore principale (rosa) è ripreso nelle pareti in tonalità leggerissima, sul tappeto, sul divano e sui quadri). Fonte: Pinterest (Anthropologie.com)
Toni a contrasto
Quanto contrasto? Toni pastello o direttamente un ambiente Pop?

Questo dipende da quanto vi allontanate dal centro della ruota cromatica. Per ogni colore, potete tenervi più all’interno, preferendo toni delicati, con una forte componente di bianco, oppure spostervi all’esterno a prendere tutta la carica che il colore ha da offrire. Il contrasto, chiaramente, aumenterà all’aumentare dell’intensità dei colori che avete scelto.

Se optate per toni più delicati, assicuratevi che costituiscano la netta maggioranza degli elementi d’arredo e concedete, eventualmente, solo a piccoli oggetti deco, toni più accesi. Deve essere una scelta chiara; fare 50% pastello e 50% Pop, rischia di disturbare perchè non si riesce a cogliere l’intenzione e l’ambiente avrà un aspetto disordinato e casuale.

colori per arredare casa: toni delicati a contrasto
Combinazione di toni delicati a contrasto: corallo, azzurro e giallo sono ai vertici di un triangolo equilatero sulla ruota cromatica. Fonte: Pinterest (Elmueble.com)
Quali combinazione scegliere?

Se ci si vuole concentrare su poche tonalità, allora la più adatta è la combinazione di colori complementari. Si avranno da gestire solo due colori, con il massimo contrasto possibile, ma effetto garantito.

colori per arredare casa: dining con colori complementari
Combinazione di colori complementari (opposti nella ruota cromatica). Per le pareti è stata scelta una tonalità molto chiara. Fonte: Pinterest (Myidealhome.tumblr.com)

Due colori non bastano? Allora bisogna spostarsi sulle combinazioni triangolari. Il triangolo equilatero per massimo contrasto su tre colori, o la combinazione di colori complementari divergenti, per smussare leggermente i toni.

Combinazione di tre colori principali, giallo-verde, turchese e rosa-rosso (complementari divergenti) dai toni accesi. Fonte: Pinterest (Modernroomstorage.tk)

In conclusione

Non c’è nulla, come l’arte, in cui le regole siano fatte per essere infrante. L’interior design non fa eccezione. Tuttavia, per infrangere le regole e creare qualcosa di sensato, prima di tutto è importante conoscere le regole stesse alla perfezione e avere una buona esperienza, o un talento innato.

Pensate quindi se volete locali dai toni delicati o più pop. Io amo moltissimo gli interni sui colori naturali; salvia, terracotta, paglia ecc…, ma si tratta ovviamente di puro gusto personale e di una tendenza mia al minimalismo. Voi siete liberi di giocare con i colori che preferite 🙂

Scegliete un colore a cui dedicare la maggior parte del progetto; sarà il vostro protagonista. Può essere il vostro colore preferito, se partite da zero, o quello di quel divano colorato bellissimo che già avete in casa e non cambiereste per niente al mondo.

Controllate, sulla ruota cromatica, quali combinazioni possono funzionare in abbinamento a quel colore e scegliete quella che vi convince di più e che dà l’effetto che desiderate.

Ora inserite i colori che avete scelto, nelle proporzioni consigliate (indicativamente 60%, 30%, 10%) e nei toni che vi siete prefissati all’inizio. Et voilà!

Io sto per trasferirmi, cambierò quindi casa…non vedo l’ora di poter “giocare” con i colori con cui arredare casa nuova! Spero che anche voi avrete al più presto occasione per cambiare qualcosa in casa se vi diverte farlo e spero di esservi stata utile in questo senso!

There are no comments yet. Be the first to comment.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao! Dietro a “se non ora quattro” ci sono io, Marianna.
Milanese di nascita, austriaca di adozione e da poco di stanza a Treviso.
Architetto convertito momentaneamente (?) a mamma a tempo pieno, entusiasta e gran disordinata, con un passato da sportiva e un presente da funambola tra bimbi, casa e la ricerca di equilibri.

follow me on:

Iscriviti e ricevi i nuovi post tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a SenonoraQUATTRO, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 1 altro iscritto

Follow

Calendario Post

Febbraio: 2019
L M M G V S D
« Gen    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  

Ricerca per categorie

Ricerca per data di pubblicazione

GET INSPIRED FROM PINTEREST


latest from Instagram