general post

La fatica segna…trucco sì o trucco no?

14/07/2017 , In: STYLE , With: No Comments
0
Non mi sono mai truccata né tanto, né spesso, ho sempre pensato di non averne bisogno.

Pochi giorni fa leggevo un recente post della pirotecnica Chiara Cecilia Santamaria, regina di “ma che davvero?” e più in generale del “mom’s lifestyle blogging (come lo riassumo io) in Italia. Parlava dei suoi occhi “imperfetti” e ha condiviso il ricordo di un (ovviamente ex) amante che le fece notare quanto i suoi occhi fossero anonimi, o addirittura bruttini. Da quel momento il difetto diventa reale e anche lei inizia a vedere quegli occhi piccoli, anonimi ed eccessivamente ravvicinati. Leggete il post per intero qui.

Caso vuole, proprio oggi mentre ero in spiaggia con i bambini, una signora é stata per me il fidanzato indelicato di Chiara.

Non riguardo agli occhi, quelli che fossero anonimi l’ho sempre saputo, ma me ne sono sempre fatta una ragione.

Era la tipica donna forte, con un fisico massiccio, la voce alta e i modi di fare ostentatamente decisi. Sulla sessantina (ma io quando azzardo un’età posso tranquillamente sbagliare di +/- 10 anni) e, a dispetto di quanto possa sembrare dalla descrizione, gentile e affabile, sia con me che con i bambini.

Parlando dei capelli biondissimi di Filippo e Florijan, disse che si vedeva che il papà era austriaco. Lui invece, pur essendo austriaco, non rientra nei canoni stereotipati d’oltralpe, é moro e con la pelle relativamente scura. Quando glie lo dico mi chiede se é quello che ha visto con noi nel fine settimana.

Beh, sì é lui, non mi porto tanti uomini sotto l’ombrellone.

Le scappa un: “ma é giovanissimo!”

“Siamo coetanei, 35 anni tutti e due. Comunque glie lo dirò, é sempre contento quando qualcuno gli toglie qualche anno”.

“Sembra un ragazzino!”.

Sì, d’accordo, ho capito…perché adesso non dice che anche io non dimostro l’età che ho? Già che si é infilata in ‘sto discorso, sarebbe un modo elegante per uscirne.

Le “alzo la palla” dicendole che stare dietro ai bambini probabilmente mi ha segnata un po’ di più, ma le assicuro che siamo coetanei. Un po’ come fanno alcune ragazzine in gran forma dicendo che devono assolutamente dimagrire, solo per sentirsi dire “ma cosa dici, sei uno schianto!”.

Almeno così pensavo io. Di essere in forma intendo…

A questo punto infatti sarebbe stato semplicissimo, avrebbe potuto tirare fuori la risposta di circostanza “ma no, cosa dice! Non é segnata per niente, si vede che é giovanissima!”.

E invece

“eh sì, la fatica di tirare su 4 bambini segna”!

Ah, ma io non mollo, ora riesco a farmi dire che sono una ragazzina…in tono scherzoso lo dico: “cosa vorrebbe dire, che io dimostro più degli anni che ho?”

Lei mi risponde, giuro: “dai, non faccia così, deve essere contenta di avere un bel marito!”

BAM…e SBADABAM! Bandiera bianca…può solo peggiorare.

Ammetto che guardandomi di sfuggita allo specchio, negli ultimi anni mi è capitato di vedere qualche segno del tempo galoppante diventare più marcato, ma finché lo vedevo solo io… Noi donne, in fondo, in questo ambito tendiamo spesso a ingrandire tutto; sarà un’idea mia, pensavo.

Holy guacamole, vuoi vedere che non è solo un’idea e soprattutto non è solo mia!?.

Tipo che questi marmocchi mi stanno davvero prosciugando?

Dovrò mica arrendermi e iniziare a truccarmi?

Quasi tutte le donne in fondo lo fanno, non c’è mica nulla di male.

Io però ho sempre sentito di poterne fare a meno, mi sono sempre piaciuta così.

Poi se tutti sono abituati a vederti struccata e una volta per qualche serata particolare azzardi un make-up è una sorpresa positiva, ma se ti mostri al mondo solo col cerone, e per disgrazia qualcuno ti vede nella versione originale, non se l’aspetta ed è un attimo che ti crede nosferatu.

Senza contare che si presuppone che a 35 anni una abbia anche imparato a truccarsi.

Io mi sarò truccata (per truccata intendo: fondotinta, cipria, mascara e rossetto…se proprio volevo osare, allora eyeliner va’!) una quarantina di volte in vita mia.

Ricordo l’ammirazione con cui osservavo le ragazze sul treno traballante mettersi l’eyeliner in una passata veloce e decisa, come fosse niente…ma come diamine facevano?

Oppure me ne frego.

La bellezza in fondo è relativa e il fascino è comunque tutt’altra cosa.

Ma pensa un po’ te se una carampana deve farmi andare in paranoia…neanche fosse stato un fustacchione come nel caso di Chiara!

Comunque passi questa, ragionerò ancora un po’ sul da farsi, ma se qualcuno provasse a farmi notare la pancetta molliccia residuo di due gravidanze gemellari, credo che potrei saltargli alla gola…sono una donna matura io!

 

There are no comments yet. Be the first to comment.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao! Dietro a “se non ora quattro” ci sono io, Marianna.
Milanese di nascita, austriaca di adozione e da poco di stanza a Treviso.
Architetto convertito momentaneamente (?) a mamma a tempo pieno, entusiasta e gran disordinata, con un passato da sportiva e un presente da funambola tra bimbi, casa e la ricerca di equilibri.

follow me on:

Iscriviti e ricevi i nuovi post tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a SenonoraQUATTRO, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Unisciti a 5 altri iscritti

Follow

Calendario Post

Marzo: 2019
L M M G V S D
« Feb    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Ricerca per categorie

Ricerca per data di pubblicazione

GET INSPIRED FROM PINTEREST


latest from Instagram